Considerazioni sulla privacy e sulla protezione per la condivisione di file multimediali in Windows Media Player

Se si dispone di una rete privata, è possibile utilizzare Windows Media Player per condividere i contenuti presenti nel Catalogo multimediale con altre persone, computer e dispositivi a casa. Di seguito sono disponibili le risposte ad alcune domande comuni sulle implicazioni sulla privacy e la protezione della condivisione di file multimediali in Windows Media Player. Se la domanda desiderata non è presente in questo elenco, vedere le domande frequenti su Windows Media Player in linea.

Mostra tutto

Se la condivisione viene attivata, chiunque in casa potrà accedere ai contenuti del Catalogo multimediale di Windows Media Player?

No. Per impostazione predefinita, quando si attiva la condivisione, i file audio, video e di immagini vengono condivisi solo con i dispositivi a cui è stato espressamente concesso l'accesso al Catalogo multimediale di Windows Media Player.

Per ulteriori informazioni sulla personalizzazione dei tipi di file multimediali condivisi e dei dispositivi che possono accedere al Catalogo multimediale, vedere Condividere file multimediali in Windows Media Player con altre persone o dispositivi.

Se la condivisione viene attivata, altre persone possono modificare il contenuto del Catalogo multimediale di Windows Media Player?

No. La funzionalità di condivisione consente ad altri computer e dispositivi solo di riprodurre gli elementi nel Catalogo multimediale di Windows Media Player, ma non ne consente l'aggiunta, la rimozione o la modifica.

Se la condivisione viene attivata, altre persone potranno accedere ad elementi sul computer al di fuori del Catalogo multimediale di Windows Media Player, ad esempio ai documenti?

No. Questa funzionalità consente esclusivamente la condivisione degli elementi nel Catalogo multimediale di Windows Media Player. Gli elementi al di fuori del Catalogo multimediale non vengono condivisi.

Se la condivisione viene attivata, il contenuto del Catalogo multimediale di Windows Media Player è accessibile al di fuori dell'ambiente domestico?

L'accessibilità dipende dal grado di protezione della rete domestica. Indipendentemente dall'attivazione della condivisione, è consigliabile adottare le misure necessarie per proteggere la rete domestica da intrusi. Ad esempio:

  • Se per la connessione Internet si utilizza un modem via cavo o DSL, è consigliabile installare un router che isoli la propria rete da quella dei vicini.

  • Se a casa si utilizza una rete wireless, è consigliabile attivare un servizio di autenticazione sicura, ad esempio WEP (Wired Equivalent Privacy) o WPA (Wi-Fi Protected Access).

Per ulteriori informazioni sulla protezione della rete domestica, vedere Migliorare la protezione della rete.

Se la condivisione di file multimediali viene attivata, quali porte del firewall vengono aperte?

Quando si attiva la condivisione di file multimediali, vengono automaticamente aperte alcune porte di Windows Firewall. Per ulteriori informazioni, vedere la domanda relativa ai requisiti per la rete e il firewall in Condividere file multimediali in rete utilizzando Windows Media Player.

Perché non è consigliabile modificare manualmente l'impostazione della rete da pubblica a privata?

Per motivi di protezione la condivisione di file multimediali viene automaticamente disattivata quando si è connessi a una rete pubblica, ad esempio in un locale, un aeroporto o una biblioteca. Sebbene sia possibile ignorare questa precauzione di Windows Media Player modificando manualmente l'impostazione della rete da pubblica a privata, questa operazione non è consigliata.

Se si modifica manualmente l'impostazione della rete da pubblica a privata, si rischia infatti di condividere i propri file multimediali con tutte le persone sulla rete pubblica. Si rischia inoltre di rendere il computer più vulnerabile ad attacchi da parte di altre persone sulla rete perché alcune porte di Windows Firewall vengono aperte quando si attiva la condivisione dei file multimediali.