Contratto per i Servizi Microsoft

Data dell'aggiornamento: 27 agosto 2012
Data di entrata in vigore: 19 ottobre 2012

Grazie per avere scelto Microsoft.

Il presente documento costituisce un contratto tra l'utente e Microsoft Corporation (o, in base al luogo di residenza dell'utente, una delle sue consociate) che regola i diritti di utilizzo del software e dei servizi identificati alla sezione 1.1. Per agevolare l'utente, alcune condizioni del presente contratto sono state formulate nel formato domanda e risposta. L'utente è tenuto a prendere visione dell'intero contratto poiché tutte le condizioni sono importanti e, congiuntamente, costituiscono un contratto legale che verrà applicato all'utente, una volta accettato dallo stesso. In questo documento sono inoltre citati criteri e documenti aggiuntivi che l'utente è invitato a leggere.

1. Ambito del contratto, accettazione e modifiche

1.1. Quali servizi sono coperti da questo contratto? Questo contratto si applica a Microsoft Hotmail, Microsoft SkyDrive, account Microsoft, Windows Live Messenger, Raccolta foto di Windows, Windows Movie Maker, Microsoft Mail Desktop, Windows Live Writer (indicati collettivamente come "servizi con marchio Microsoft"), Bing, MSN, Office.com e altri software, siti Web o servizi correlati al presente contratto (indicati collettivamente come "servizi").

1.2. Quali condizioni è necessario rispettare nell'utilizzo dei servizi? L'obiettivo è creare un ambiente più sicuro e protetto ed è pertanto richiesto che nell'uso dei servizi gli utenti rispettino le presenti condizioni, i criteri Microsoft contro la posta indesiderata (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=117951) e il codice di comportamento Microsoft (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=266426), inclusi in questo contratto mediante questo riferimento (il "contratto"). L'utente non dovrà utilizzare i servizi in modo tale da ledere i diritti di terzi tra cui, in via esemplificativa, il danneggiamento intenzionale di persone fisiche o giuridiche.

1.3. Come si accetta questo contratto? Fornendo l'opportunità di sottoscrivere e/o ordinare i servizi, Microsoft presenta un'offerta all'utente. Ai fini dell'utilizzo dei servizi, l'utente è tenuto ad accettare in modo esplicito le presenti condizioni, le quali costituiranno quindi un contratto valido tra l'utente e Microsoft. Utilizzando o accedendo ai servizi oppure accettando queste condizioni nel caso in cui questa opzione sia resa disponibile nell'interfaccia utente, l'utente conferma di accettare di aderire al presente contratto, senza modifiche. Nel caso l'utente non accetti, non potrà utilizzare i servizi.

1.4. Microsoft potrà modificare queste condizioni dopo che sono state accettate? Sì. Microsoft informerà l'utente qualora intenda modificare il contratto. Microsoft potrà cambiare le condizioni del presente contratto qualora: (i) sia necessario a causa della legge applicabile, inclusa, a titolo esemplificativo, una variazione di tale legge, (ii) sia necessario in seguito a una comunicazione e/o un ordine basato sulla legge applicabile, (iii) il rapporto di equivalenza tra il servizio e il compenso non sia proporzionato, (iv) sia necessario per motivi tecnici, (v) sia necessario per assicurare il funzionamento dei servizi o (vi) le condizioni vengano modificate a beneficio dell'utente. Microsoft informerà l'utente prima che la modifica prevista abbia effetto, tramite l'interfaccia utente, in un messaggio di posta elettronica o tramite un altro mezzo adeguato. Microsoft fornirà all'utente l'opportunità di annullare i servizi almeno 30 giorni prima che la modifica diventi effettiva. Se l'utente non annullerà i servizi entro il periodo di preavviso, la modifica del presente contratto sarà considerata accettata. Ciò verrà inoltre comunicato in modo esplicito quando si informerà l'utente della modifica prevista del presente contratto.

1.5. Quali tipi di modifica possono essere apportati? Microsoft è costantemente impegnata a migliorare i servizi offerti, al fine di aggiornarne o migliorarne le funzionalità, introdurre nuove funzionalità o adattarli. Può pertanto apportare modifiche ai servizi o eliminare funzionalità in qualsiasi momento. Per i servizi a pagamento, Microsoft comunicherà all'utente in anticipo le modifiche sostanziali eventualmente apportate ai servizi. L'utente potrà annullare i servizi in qualsiasi momento. Microsoft potrà rilasciare servizi o funzionalità relative in versione beta, la quale potrebbe non funzionare correttamente o non funzionare nello stesso modo della versione finale.

2. Account Microsoft

2.1. Cos'è un account Microsoft? Per accedere a determinate parti dei servizi, ad esempio ai servizi con marchio Microsoft, sarà necessario un account Microsoft. L'account Microsoft, precedentemente denominato Windows Live ID, rappresenta le credenziali che l'utente utilizzerà per l'autenticazione nella rete Microsoft. Per creare un account Microsoft, l'utente deve fornire un nome utente e una password, determinate informazioni demografiche e "prove di account", quali un indirizzo di posta elettronica alternativo o un numero di telefono. Ai titolari di account Microsoft esistenti può essere richiesto di fornire "prove di account" per continuare a utilizzare il loro account Microsoft. L’utente è responsabile di mantenere riservate le informazioni sull'account e la password. L'utente può utilizzare l'account Microsoft per accedere ad altri prodotti, siti Web o servizi Microsoft (quali Windows, Xbox LIVE e Windows Phone); tuttavia, a tali prodotti, siti Web o servizi possono venire applicate condizioni specifiche, diverse dal presente contratto. I servizi con marchio Microsoft richiedono l'accesso periodico dell'utente al proprio account Microsoft, almeno ogni 270 giorni, per mantenere attiva la parte di servizi con marchio Microsoft, se non diversamente specificato in un'offerta per una parte a pagamento dei servizi. Se l'utente non accede entro questo periodo, Microsoft potrà annullare l'accesso ai servizi con marchio Microsoft. Nel caso i servizi con marchio Microsoft vengano annullati per il mancato accesso dell'utente, i dati relativi potranno essere eliminati in modo permanente dai server Microsoft.

2.2. Cosa fare in caso di impossibilità ad accedere al proprio account Microsoft? Se l'utente dimentica la propria password o non può accedere al proprio account Microsoft, potrà ripristinare il proprio account Microsoft visitando la pagina Web Reimposta password (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=238656). Microsoft non offre alcuna garanzia sul fatto che l'account Microsoft venga ripristinato o che il contenuto (come definito più avanti) verrà protetto.

2.3. È valido un account Microsoft ottenuto da entità diverse da Microsoft? In alcuni casi, Microsoft consente di ottenere l'account Microsoft tramite terze parti, ad esempio una scuola, un'azienda, un provider di servizi Internet o l'amministratore di un dominio gestito (http://www.domains.live.com). In tali casi, la terza parte potrà avere diritti aggiuntivi sull'account Microsoft dell'utente, ad esempio la possibilità di reimpostare la password, di visualizzare l'utilizzo dell'account o i dati di profilo, di leggere o archiviare il contenuto dell'account o di sospendere o annullare l'account Microsoft. In questi casi, l'utente è soggetto a questo contratto e a eventuali condizioni per l'utilizzo aggiuntive fornite dalla terza parte che dovranno essere rese disponili all'utente da tale parte. Microsoft non avrà alcuna responsabilità per le condizioni per l'utilizzo aggiuntive di terze parti. Se l'utente è l'amministratore del dominio gestito, è responsabile di tutte le attività che vengono effettuate negli account del dominio gestito a causa di una sua negligenza o omissione.

3. Sommario

3.1. Chi è proprietario del contenuto inserito dall'utente nei servizi? Il contenuto include qualsiasi elemento caricato, archiviato o trasmesso dall'utente tramite i servizi, ad esempio dati, documenti, foto, video, musica, posta elettronica e messaggi istantanei ("contenuto"). Ad eccezione del materiale concesso in licenza da Microsoft che può essere incorporato nel contenuto dell'utente (ad esempio ClipArt), Microsoft non rivendica la proprietà dei contenuti che l'utente pubblica o fornisce tramite i servizi. Il contenuto dell'utente resta di sua proprietà e l'utente ne è responsabile. Si consiglia vivamente di effettuare copie di backup periodiche del proprio contenuto. Microsoft non controlla, verifica, paga o approva il contenuto che l'utente e altri rendono disponibile tramite i servizi.

3.2. Chi può accedere al contenuto dell'utente? L'utente ha il controllo iniziale su chi può accedere al suo contenuto. Se l'utente condivide contenuto in aree pubbliche dei servizi o in aree condivise disponibili a persone scelte dall'utente, accetta espressamente che qualsiasi persona con cui condivide il contenuto possa, gratuitamente, riprodurre, distribuire, mostrare, trasmettere, salvare e comunicare il contenuto solamente in relazione con i servizi e con altri prodotti e servizi Microsoft o dei relativi licenziatari. Per non concedere ad altri tale facoltà, l'utente non dovrà utilizzare i servizi per condividere il contenuto. Qualora l'utente utilizzi o condivida il contenuto presente nei servizi in modo tale da violare diritti di copyright, marchi, altri diritti di proprietà intellettuale o diritti alla protezione dei dati personali di terze parti, sarà ritenuto inadempiente al presente contratto. L'utente dichiara e garantisce che, per la durata del presente contratto, disporrà di tutti i diritti necessari sul contenuto che caricherà o condividerà sui servizi e che l'uso del contenuto, come contemplato nel presente paragrafo, non violerà alcuna legge o alcun diritto di terze parti.

3.3. Quali operazioni effettua Microsoft sul contenuto dell'utente? Quando l'utente carica contenuto nei servizi, accetta che tale contenuto venga utilizzato, modificato, adattato, salvato, riprodotto, distribuito e visualizzato nella misura necessaria per proteggere se stesso e fornire, proteggere e migliorare i prodotti e i servizi Microsoft. Ad esempio, Microsoft potrà, occasionalmente, utilizzare mezzi automatici per isolare informazioni presenti in messaggi di posta elettronica, chat o foto allo scopo di consentire il rilevamento di posta indesiderata e malware o per migliorare i servizi con nuove funzionalità che ne semplifichino l'utilizzo. Durante l'elaborazione del contenuto, Microsoft eseguirà una procedura necessaria a garantire la riservatezza dei dati dell'utente.

3.4. Quale tipo di contenuto non è consentito? Non è consentito l'inserimento nei servizi di contenuto non conforme al presente contratto, che include i criteri Microsoft contro la posta indesiderata (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=117951) e il codice di condotta Microsoft (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=266426), o alla legislatura locale. Microsoft si riserva il diritto di rivedere il contenuto al fine di applicare il presente contratto. Microsoft potrà bloccare o impedire in altro modo la consegna di qualsiasi tipo di messaggio di posta elettronica, di messaggio istantaneo o di altra comunicazione destinata ai servizi o proveniente da essi, al fine di proteggere i servizi o i clienti o di applicare diversamente le condizioni del presente contratto.

3.5. Microsoft può rimuovere il contenuto dell'utente dai servizi? Sì. Microsoft si riserva il diritto di rifiutare contenuto o di rimuoverlo dai servizi in qualsiasi momento se ritiene che non sia conforme alla legge applicabile o al presente contratto oppure in caso superi i limiti di archiviazione o le dimensioni file. Microsoft potrà rifiutarsi di pubblicare il contenuto e potrà rimuovere contenuto per qualsiasi motivo o senza motivo. Se il contenuto che si archivia nei servizi è lecito, conforme al presente contratto e protetto dalla legge sul copyright e l'utente è autorizzato a utilizzarlo, Microsoft fornirà all'utente la possibilità di recuperarlo. Questa clausola non è applicabile se il contenuto è stato rimosso dal server poiché l'account Microsoft dell'utente è rimasto inattivo per il tempo indicato nella sezione 2.2.

4. Annullamento dei servizi

4.1. Quali sono le conseguenze di una violazione delle presenti condizioni? In caso l'utente violi il presente contratto e persista nella violazione dell'obbligo relativo dopo essere stato avvisato di interrompere tale violazione entro un periodo di preavviso appropriato e ragionevole, Microsoft potrà intraprendere azioni contro l'utente tra cui, in via esemplificativa, la rimozione del contenuto dell'utente dai servizi, la sospensione dell'accesso dell'utente ai servizi, la richiesta di astensione dell'utente da determinate attività, l'annullamento dei servizi dell'utente e/o la denuncia della violazione alle autorità appropriate. Questa clausola non incide sui diritti legali aggiuntivi di Microsoft di risolvere immediatamente il contratto per giusta causa. Questo include la violazione da parte dell'utente di un obbligo materiale previsto dal presente contratto. Gli obblighi materiali includono qualsiasi obbligazione che sia necessario onorare per adempiere correttamente al presente contratto, che consenta di raggiungere gli obiettivi del presente contratto e in cui sia chiaro agli utenti che gli obblighi ai quali devono ottemperare saranno rispettati alla luce di quanto disposto dal presente contratto. La rimozione del contenuto e l'annullamento dei servizi implica l'eliminazione dei dati. I dati verranno eliminati e non potranno essere recuperati, pertanto si consiglia vivamente di eseguire backup periodici dei dati e del contenuto archiviato sui servizi.

4.2. Vi sono altri modi in cui l'utente può perdere l'accesso ai servizi? Sì. Alcune parti dei servizi (in particolare i servizi con marchio Microsoft) richiedono che l'utente acceda al proprio account Microsoft almeno una volta ogni 270 giorni (vedere la sezione 2.2). Inoltre, vi sono cause per cui Microsoft può interrompere la fornitura di parti dei servizi, inclusi (in via esemplificativa) casi in cui non sia più fattibile per Microsoft fornire tali parti, avanzamenti tecnologici, feedback dei clienti che indicano la necessità di una modifica o l'insorgere di problemi esterni che rendano imprudente o difficoltoso il proseguimento della fornitura. In questo caso, i dati dell'utente verranno eliminati in modo definitivo da tale parte dei servizi. Se Microsoft annulla un servizio a pagamento completamente e senza motivo, rimborserà all'utente, proporzionalmente, l'importo dei pagamenti eseguiti per la parte del servizio rimanente alla quale l'utente avrebbe diritto al momento dell'annullamento. Se l'utente sottoscrive una parte a pagamento dei servizi e non effettua puntualmente il pagamento, Microsoft potrà sospendere o annullare il servizio (per ulteriori informazioni, vedere la sezione 9.11).

4.3. Come è possibile interrompere i servizi? L'utente può interrompere i servizi in qualsiasi momento e per qualsiasi motivo. A tal fine l'utente deve accedere alla pagina Web dell'account (https://account.live.com) e attenersi alla procedura di chiusura dell'account visualizzata. Per annullare un servizio a pagamento, vedere la sezione 9.10. Se si annullano i servizi, il modo più rapido per eliminare il contenuto archiviato nei servizi e di rimuoverlo manualmente dai vari componenti dei servizi (ad esempio, eliminare manualmente i messaggi di posta elettronica). Notare, tuttavia, che anche se il contenuto eliminato o associato a un account chiuso può non essere disponibile all'utente, sarà ancora presente nei sistemi Microsoft per un certo periodo di tempo.

4.4. Cosa accade se i servizi dell'utente vengono annullati o interrotti? Se i servizi vengono annullati o interrotti (dall'utente o da Microsoft), il diritto dell'utente di utilizzarli decade immediatamente e la licenza all'uso del software Microsoft termina. L'utente dovrà quindi disinstallare il software o, in alternativa, Microsoft potrà disattivarlo. Se l'account Microsoft è stato annullato o interrotto (dall'utente o da Microsoft) il diritto dell'utente di utilizzarlo decade immediatamente. Se i servizi dell'utente vengono annullati o interrotti, Microsoft potrà eliminare in modo definitivo il contenuto dell'utente senza obbligo di restituzione. Si consiglia pertanto di effettuare copie di backup periodiche del proprio contenuto.

5. Privacy

5.1. Microsoft raccoglie informazioni personali sull'utente? Microsoft protegge la privacy dell'utente. Determinate informazioni sull'utente raccolte da Microsoft vengono utilizzate per eseguire e fornire i servizi. Inoltre, all'interno dei servizi, potranno venire automaticamente caricate informazioni sul computer, sull'uso e sulle prestazioni dei servizi. Per informazioni sulle procedure di utilizzo e di protezione dei dati degli utenti, leggere l'Informativa sulla privacy online di Microsoft (http://go.microsoft.com/fwlink/p/?LinkId=253457).

5.2. I servizi utilizzano cookie? Sì, i servizi utilizzano cookie. Un cookie è un piccolo file di testo inserito in un dispositivo da un server Web. I cookie contengono testo che può solo essere letto da un server Web facente parte del dominio che ha emesso il cookie. Ad esempio, se Bing.com emette un cookie, solo i server Web Bing.com potranno leggere tale cookie. I servizi utilizzano cookie per diversi motivi, tra cui l'archiviazione delle preferenze e impostazioni dell'utente, la personalizzazione del contenuto e l'analisi di come le persone utilizzano i servizi al fine di migliorarli. Microsoft utilizza inoltre cookie come parte del processo di accesso all'account Microsoft, nonché per messaggi pubblicitari online (inclusi annunci basati sul comportamento). Per informazioni su come bloccare, controllare ed eliminare i cookie, nonché su come disattivare i messaggi pubblicitari basati sul comportamento da parte di Microsoft, leggere la sezione "Utilizzo dei cookie" dell'informativa sulla privacy (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=74170). Utilizzando i servizi, l'utente accetta che Microsoft possa impostare cookie nel suo dispositivo, nella misura consentita dalle impostazioni personalizzate relative.

5.3. Le informazioni personali sull'utente vengono diffuse all'esterno di Microsoft? L'utente acconsente e accetta espressamente che Microsoft possa accedere, diffondere o conservare informazioni associate all'uso dei servizi da parte dell'utente, inclusi (in via esemplificativa) informazioni e contenuto personali o informazioni sull'utente che Microsoft acquisisce tramite l'uso dei servizi da parte dell'utente (ad esempio un indirizzo IP o informazioni su terze parti) nel caso in cui Microsoft abbia motivo di ritenere che tale operazione sia necessaria: (a) per adempiere alla legge applicabile o in risposta a un'azione legale intrapresa da autorità competenti, (b) per applicare il presente contratto o per proteggere i diritti o la proprietà di Microsoft o dei relativi clienti o (c) per impedire la morte o gravi lesioni fisiche di qualsiasi persona.

5.4. Come risponde Microsoft alle azioni legali? Analogamente ad altri fornitori di servizi Internet, Microsoft riceve domande e richieste legali da forze dell'ordine, enti governativi e parti in causa private relativamente al contenuto archiviato nella propria rete. Queste informazioni possono essere correlate a un presunto crimine o una causa civile e in genere vengono richieste conformemente al normale processo legale del paese o della località in cui il fatto è stato commesso. Microsoft potrebbe essere tenuta a soddisfare le richieste di informazioni o di contenuto dell'utente nell'ambito di tali indagini o procedimenti legali.

6. Interruzioni dei servizi e backup

Microsoft si impegna a mantenere i servizi attivi e in esecuzione. Tuttavia, tutti i servizi online subiscono occasionali interruzioni. L'utente è invitato a eseguire backup periodici del contenuto archiviato nei servizi. Attenendosi a un piano di backup regolare è possibile evitare la perdita di contenuto.

7. Software

7.1. Quali condizioni regolano il software che fa parte dei servizi? Se si utilizzano o ricevono software da Microsoft come parte dei servizi, l'utilizzo relativo è regolato da uno di due insiemi di condizioni di licenza (le "condizioni di licenza"): Se viene presentato all'utente un contratto di licenza separato per il software e ne accetta le condizioni, le condizioni di licenza riportate si applicheranno esclusivamente al software. Se l'utente non accetta le condizioni di licenza, non potrà utilizzare o ricevere il software. Se non viene presentato all'utente alcun contratto di licenza separato, verranno applicate esclusivamente le condizioni del presente contratto. Il software viene concesso in licenza, non venduto, e Microsoft si riserva tutti i diritti sul software non espressamente concessi dalle condizioni di licenza Microsoft. Se il presente contratto regola il sito Web visitato dall'utente, qualsiasi script o codice di terza parte, collegato al sito Web o a cui il sito Web faccia riferimento, viene concesso in licenza dalle terze parti proprietarie di tale codice, non da Microsoft.

7.2. Come è possibile utilizzare il software fornito come parte dei servizi? Microsoft concede in licenza il diritto di installare e utilizzare una copia del software per dispositivo per l'uso da parte di una persona alla volta come parte dell'utilizzo dei servizi dell'utente ma solo se l'utente adempie a tutte le altre condizioni espresse nel presente contratto.

7.3. Vi sono operazioni non consentite con il software o i servizi? Sì. Oltre alle altre limitazioni espresse nel presente contratto, l'utente non è autorizzato ad aggirare o escludere alcuna misura di protezione tecnologica presente o correlata con il software o i servizi, a disassemblare o decompilare alcun software o alcun altro aspetto dei servizi, incluso o accessibile tramite i servizi, ad eccezione di quanto espressamente consentito dalla legge sul copyright applicabile, a separare componenti del software o dei servizi per l'uso su dispositivi diversi, a pubblicare o copiare il software o i servizi oppure a concederli in locazione, leasing o prestito, a trasferire il software, qualsiasi licenza del software o qualsiasi diritto relativo ai servizi, ad eccezione di quando espressamente consentito dal presente contratto. L'utente non potrà utilizzare i servizi in alcun modo non autorizzato che possa interferire con l'utilizzo da parte di altri o consentire l'accesso a servizi, dati, account o alla rete. L'utente non potrà accedere ai servizi mediante applicazioni di terze parti non autorizzate.

7.4. Come viene aggiornato il software? Microsoft può verificare automaticamente la versione del software dell'utente. Microsoft può inoltre scaricare automaticamente nel computer dell'utente, senza spese da parte dell'utente, aggiornamenti del software ai fini di aggiornare, migliorare e sviluppare ulteriormente i servizi. L'utente accetta di ricevere tali aggiornamenti conformemente alle presenti condizioni, a meno che gli aggiornamenti non siano accompagnati da altre condizioni. In tal caso, verranno applicate al software tali altre condizioni e, se l'utente non accetterà le altre condizioni applicabili agli aggiornamenti, non potrà utilizzare o ricevere gli aggiornamenti. Microsoft non ha l'obbligo di rendere disponibile alcun aggiornamento e non garantisce di supportare la versione del sistema per il quale l'utente riceve in licenza il software.

8. Condizioni aggiuntive per Office.com, MSN e Bing

8.1. Elementi multimediali e modelli di Office.com e Office Web App. Se l'utente utilizza Microsoft Office.com o Microsoft Office Web Apps, può avere accesso a immagini multimediali, ClipArt, animazioni, suoni, musica, video clip, modelli e altre forme di contenuto ("elementi multimediali") forniti dal software disponibile in Office.com o come parte di un servizio associato al software. L'utente potrà duplicare e utilizzare gli elementi multimediali in progetti e documenti. Non potrà (i) vendere, concedere in licenza o distribuire copie degli elementi multimediali singolarmente o come prodotto, qualora il valore principale del prodotto siano gli elementi multimediali, (ii) assegnare ai suoi clienti i diritti di concedere a loro volta in licenza o distribuire gli elementi multimediali, (iii) concedere in licenza o distribuire a fini commerciali gli elementi multimediali che includano la dichiarazione di individui identificabili, governi, logo, marchi o emblemi oppure utilizzare tali tipi di immagini in modi che potrebbero implicare l'approvazione o l'associazione al suo prodotto, alla sua persona giuridica o attività oppure (iv) creare opere oscene utilizzando gli elementi multimediali. Per ulteriori informazioni, vedere la pagina Web sull'uso di contenuto Microsoft protetto da copyright (http://www.microsoft.com/permission).

8.2. MSN Video. I video e il lettore video incorporabile disponibili in MSN Video sono esclusivamente per uso personale e non commerciale e, salvo diversamente specificato in altre parti del presente contratto, non possono essere scaricati, copiati o ridistribuiti senza l'autorizzazione degli aventi diritto. All'utente non è consentito utilizzare il lettore video incorporabile in qualsiasi sito Web il cui scopo principale sia la visualizzazione di annunci pubblicitari, la raccolta di ricavi da abbonamenti o la diretta concorrenza con MSN Video, a meno che ne ottenga preventivamente l'espresso consenso scritto. L'utente accetta che l'utilizzo del lettore video incorporabile possa comportare ulteriori costi, spese e royalty di terze parti, inclusi le royalty ovvero i diritti d'autore sulle performance pubbliche applicabili nel proprio paese.

Ricerca ad attivazione vocale Bing. Se l'utente utilizza la funzionalità di ricerca ad attivazione vocale nell'applicazione Bing, consente espressamente a Microsoft di registrare e raccogliere il relativo input vocale. Microsoft utilizzerà l'input vocale dell'utente esclusivamente per fornire il servizio Bing e per migliorare i prodotti e servizi di riconoscimento vocale Microsoft.

8.4. Posizione e m.bing.com. Se sul dispositivo dell'utente è abilitato il riconoscimento della posizione, quando l'utente utilizza m.bing.com, consente espressamente a Microsoft di rilevare e utilizzare la sua posizione conformemente all'Informativa sulla privacy online di Microsoft (http://go.microsoft.com/fwlink/p/?LinkId=253457). Microsoft utilizzerà le informazioni sulla posizione per fornire e migliorare risultati di ricerca e mappatura.

9. Le seguenti condizioni si applicano agli utenti di servizi a pagamento Microsoft

9.1. Costi. Se a una parte dei servizi è associato un costo, l'utente accetta di corrisponderne il pagamento relativo. Il prezzo stabilito per i servizi include tutte le tasse applicabili e le correzioni per cambio di valuta, salvo diversamente specificato.

9.2. Account di fatturazione dell'utente. Al momento della sottoscrizione di un servizio a pagamento all'utente verrà richiesto di indicare un metodo di pagamento per tale servizio. L'utente potrà accedere e modificare le informazioni sull'account di fatturazione e sul metodo di pagamento sul sito Web Gestione account e fatturazioni (https://billing.microsoft.com). L'utente accetta di mantenere sempre aggiornate le informazioni del proprio account di fatturazione. L'utente accetta inoltre di consentire a Microsoft di utilizzare le informazioni dell'account aggiornate relativamente al metodo di pagamento fornito dalla banca di appoggio o dalla rete di pagamento applicabile. Qualora l'utente richieda di sospendere l'utilizzo del metodo di pagamento e non fornisca alcun metodo alternativo dopo averne ricevuto notifica con appropriato preavviso, Microsoft potrà annullare il servizio a pagamento per giusta causa. La richiesta dell'utente rivolta a Microsoft di non utilizzare più il metodo di pagamento, non avrà effetto sugli importi addebitati sull'account di fatturazione dell'utente prima che Microsoft possa ragionevolmente dar corso alla richiesta di modifica delle informazioni sull'account di fatturazione.

9.3. Fatturazione. Indicando a Microsoft un metodo di pagamento, l'utente (i) garantisce di essere autorizzato a utilizzare il metodo di pagamento indicato e che tutte le informazioni fornite sono vere e accurate, (ii) autorizza Microsoft ad addebitare i servizi utilizzando il metodo di pagamento indicato e (iii) autorizza Microsoft ad addebitare ogni funzionalità a pagamento dei servizi che l'utente sceglie di sottoscrivere o utilizzare finché il presente contratto è in vigore. La fatturazione dei corrispettivi per i servizi tramite il metodo di pagamento specificato dall'utente può avvenire come concordato, tra cui: (a) al momento dell'acquisto, (c) immediatamente dopo l'acquisto oppure (d) su base ricorrente per i servizi di abbonamento. Con il consenso dell'utente, la fatturazione può anche avvenire in anticipo. Microsoft può inoltre addebitare l'importo approvato e comunicare in anticipo all'utente la differenza per i servizi di abbonamento ricorrenti. Microsoft può emettere fattura cumulativa per più periodi di fatturazione ricorrenti precedenti.

9.4. Rinnovo automatico. Se l'opzione di rinnovo automatico è consentita nel paese dell'utente, Microsoft informerà l'utente al momento della sottoscrizione del servizio o prima del relativo rinnovo automatico che tale servizio verrà rinnovato automaticamente. Dopo aver informato l'utente che i servizi verranno rinnovati automaticamente, Microsoft potrà rinnovare automaticamente i servizi e addebitare il corrispettivo ricorrente per ciascun rinnovo. Microsoft ricorderà inoltre all'utente che fatturerà il rinnovo dei servizi in base al metodo di pagamento prescelto e fornirà all'utente le istruzioni su come potrà annullare il servizio. Microsoft addebiterà all'utente il corrispettivo corrente per il termine di rinnovo, a meno che l'utente non abbia comunicato a Microsoft la sua intenzione di risolvere il contratto almeno un mese prima della scadenza o della scadenza del termine di rinnovo o in base ad eventuali accordi diversi relativi alla risoluzione del contratto.

9.5. Estratto conto online ed errori. Microsoft fornirà all'utente un estratto conto online tramite il sito Web Gestione account e fatturazioni (https://billing.microsoft.com) da cui l'utente potrà visualizzarlo e stamparlo. L'utente è tenuto a controllare regolarmente l'estratto conto online, almeno una volta al mese. Questo è l'unico documento contabile che Microsoft fornisce. È responsabilità dell'utente stampare o salvare una copia di ogni estratto conto e conservare tale copia per documentazione. Se nell'estratto conto viene commesso un errore, Microsoft lo correggerà immediatamente a seguito della segnalazione dell'utente e dei necessari controlli. La comunicazione di un errore ovvio deve essere effettuata dall'utente a Microsoft entro 120 giorni dalla comparsa dell'errore sull'estratto conto. Nel caso in cui l'errore non venga segnalato a Microsoft entro questo periodo, Microsoft non potrà essere ritenuta responsabile delle eventuali perdite risultanti da qualsiasi errore dovuto a colpa lieve, inoltre, in tale caso, non sarà tenuta a correggere l'errore né a fornire un rimborso. In qualsiasi altro caso, dopo che Microsoft avrà identificato un errore di fatturazione, ne informerà l'utente e provvederà a correggerlo il più rapidamente possibile.

9.6. Periodo di ripensamento. Quando l'utente richiede servizi a Microsoft, ha diritto a un periodo di annullamento o "ripensamento", a meno che Microsoft non avvii immediatamente la fornitura dei servizi, nel qual caso l'utente non avrà diritto a un periodo di annullamento o "ripensamento". L'utente potrà annullare i servizi come stabilito nella sezione 9.10. Per informazioni sui criteri di rimborso di Microsoft, vedere la sezione 9.9.

9.7. Offerte per periodi di prova. Se l'utente partecipa a un'offerta per un periodo di prova, dovrà annullare i servizi entro la fine di tale periodo di prova per evitare che il servizio venga addebitato per il periodo successivo al termine del periodo di prova, se non diversamente indicato. I servizi potranno essere annullati come specificato nella sezione 9.10 seguente. Se l'utente non annulla i servizi dopo essere stato avvisato che i servizi verranno convertiti in una sottoscrizione a pagamento entro la fine del periodo di prova e dopo essere stato informato dei corrispettivi addebitabili per altre eventuali condizioni applicabili, autorizzerà Microsoft all'addebito del corrispettivo corrente per i servizi mediante il metodo di pagamento prescelto.

9.8. Modifiche ai prezzi. Qualora l'offerta del servizio preveda un prezzo valido per un determinato periodo di tempo, tale prezzo rimarrà in vigore fino alla fine del periodo dell'offerta. Se vorrà continuare a utilizzare i servizi, l'utente dovrà accettare la nuova offerta al nuovo prezzo. Se i servizi vengono offerti su base periodica (ad esempio mensile) senza una durata di tempo specificata e se non si tratta di un'offerta di prova, Microsoft potrà modificarne il prezzo fino al 5% annuo e ne informerà l'utente almeno 30 giorni prima che la modifica entri in vigore. L'utente avrà l'opportunità di annullare i servizi prima che il prezzo venga modificato. Quando Microsoft informerà l'utente della modifica del prezzo, specificherà che se l'utente non annullerà i servizi verrà applicato il nuovo prezzo. Una volta decorso il termine, se l'utente non avrà annullato i servizi a seguito della comunicazione di Microsoft, Microsoft addebiterà i servizi utilizzati dall'utente al nuovo prezzo. Qualora l'utente non accetti la modifica del prezzo, dovrà annullare e interrompere l'utilizzo dei servizi prima dell'entrata in vigore del nuovo prezzo. Se l'utente annullerà i servizi, la fine dei servizi coinciderà con la scadenza del periodo di durata in vigore o, se il servizio viene fatturato su base periodica, con la fine del periodo in cui l'utente ha richiesto l'annullamento.

9.9. Criteri di rimborso. In generale, gli addebiti non sono rimborsabili ad eccezione del caso in cui il rimborso si basi su un annullamento ordinario o su un annullamento per giusta causa, comportamento colpevole o omissione da parte di Microsoft, incluso il caso in cui i servizi non vengano forniti in modo efficiente. Se l'utente ha diritto a un periodo di ripensamento come stabilito nella sezione 9.6, l'utente sarà rimborsato, entro un periodo di tempo ragionevole, per gli importi effettivamente pagati.

9.10. Annullamento dei servizi. L'utente può annullare i servizi in qualsiasi momento, per qualsiasi motivo. Per ulteriori informazioni e istruzioni su come annullare i servizi, accedere al sito Web Gestione account e fatturazioni (https://billing.microsoft.com). L'utente dovrà fare riferimento all'offerta relativa ai servizi poiché (i) potrà essere tenuto a pagare tutti i corrispettivi addebitati sull'estratto conto per i servizi precedenti alla data di annullamento o (ii) potrà perdere l'accesso all'account Microsoft nel momento in cui annullerà i servizi.

9.11. Ritardi di pagamento. I costi sostenuti da Microsoft per la riscossione dei crediti scaduti sono a carico dell'utente, incluse spese legali e altri onorari e costi legali, secondo quanto consentito dalla legge. Microsoft potrà sospendere o annullare i servizi in caso l'utente non effettui un pagamento completo e puntuale dopo l'invio da parte di Microsoft di un sollecito, con preavviso di sospensione o annullamento dei servizi, in cui viene richiesto all'utente di effettuare il pagamento entro un periodo appropriato. L'utente potrà evitare la sospensione o l'annullamento dei servizi se effettua il pagamento richiesto entro il periodo di tempo appropriato, stabilito nel sollecito. In caso l'importo mancante sia marginale, verrà applicata una procedura diversa. Importi inferiori di una percentuale inferiore al 2% del valore totale della fattura verranno sempre ritenuti marginali. La sospensione o l'annullamento dei servizi per mancato pagamento potrà causare la perdita di accesso all'account Microsoft.

9.12. Pagamenti all'utente. In caso di debito di Microsoft nei confronti dell'utente, l'utente accetta di fornire a Microsoft in modo puntuale e accurato tutte le informazioni necessarie per l'esecuzione del pagamento relativo. L'utente sarà responsabile di eventuali tasse e oneri relativi al pagamento ricevuto. L'utente che riceve un pagamento non dovuto, è tenuto a cooperare per la restituzione dello stesso a Microsoft.

9.13. Servizio di accesso a Internet e altri costi. Se i servizi non includono l'accesso a Internet, l'utente è tenuto a pagare i costi addebitati dal suo fornitore di accesso a Internet. Tali costi sono da ritenersi in aggiunta a quelli stabiliti per i servizi. Se l'utente accede ai servizi tramite dispositivi wireless (ad esempio telefoni cellulari e tablet), l'operatore wireless può addebitare oneri per gli avvisi, per l'esplorazione del Web e per altri servizi che richiedono l'uso di servizi di telefonia mobile e dati wireless. Per informazioni sulla presenza di oneri applicabili, rivolgersi al proprio operatore wireless. L'utente sarà l'unico responsabile per eventuali costi relativi all'accesso ai servizi tramite qualsiasi servizio wireless o altro servizio di comunicazione.

10. ESCLUSIONE DI GARANZIE AGGIUNTIVE

MICROSOFT FORNISCE IL PROPRIO SERVIZIO "COM'È", "CON I POSSIBILI DIFETTI" E "COME DISPONIBILE". MICROSOFT NON GARANTISCE L'ACCURATEZZA O LA TEMPESTIVITÀ DELLE INFORMAZIONI DISPONIBILI TRAMITE I SERVIZI. L'UTENTE DÀ ATTO E ACCETTA CHE I SISTEMI INFORMATICI E DI TELECOMUNICAZIONE NON SIANO A TOLLERANZA D'ERRORE E CHE SI VERIFICHINO TEMPI DI INATTIVITÀ. MICROSOFT NON PUÒ GARANTIRE CHE I SERVIZI SARANNO ININTERROTTI, PUNTALI, SICURI, O ESENTI DA ERRORI. MICROSOFT, LE SUE CONSOCIATE E I SUOI RIVENDITORI, DISTRIBUTORI E FORNITORI NON RICONOSCONO ALCUNA ALTRA CONDIZIONE O GARANZIA, ESPRESSA O ALTRE GARANZIE. VENGONO CONCESSE ALL'UTENTE TUTTE LE GARANZIE PREVISTE A NORMA DI LEGGE MA NESSUNA GARANZIA AGGIUNTIVA. MICROSOFT ESCLUDE GARANZIE IMPLICITE DI COMMERCIABILITÀ, DI ADEGUATEZZA A UNO SCOPO SPECIFICO, DI PERIZIA E DI NON VIOLAZIONE DI DIRITTI DI TERZI.

11. Limitazione di responsabilità.

11.1. Microsoft non sarà responsabile per contenuti e attività fornite dagli utenti, inclusi collegamenti a siti Web di terze parti. Tali contenuti e attività non sono attribuibili a Microsoft né rappresentano l'opinione di Microsoft.

11.2 Microsoft sarà esclusivamente responsabile per colpa lieve di Microsoft, dei relativi agenti delegati e/o dei relativi rappresentanti legali in caso di violazione degli obblighi materiali del presente contratto. Gli obblighi materiali includono qualsiasi obbligazione che sia necessario onorare per adempiere correttamente al presente contratto, che consenta di raggiungere gli obiettivi del presente contratto e in cui sia chiaro agli utenti che gli obblighi ai quali devono ottemperare saranno rispettati alla luce di quanto disposto dal presente contratto.

11.3. Microsoft, i relativi agenti delegati e/o i relativi rappresentanti legali non saranno responsabili per danni imprevisti, danni atipici e/o perdite finanziarie in relazione ad alcun danno indiretto, inclusa la perdita di profitto, se non in caso di colpa grave di Microsoft, dei relativi agenti delegati e/o dei relativi rappresentanti legali.

11.4. Qualsiasi responsabilità di assenza di errori di Microsoft prevista a norma di legge, inclusa, in via esemplificativa, la responsabilità in base alla legge in materia di responsabilità del prodotto e la responsabilità a norma di legge per violazione di garanzia, non sarà interessata da questa limitazione di responsabilità. Lo stesso principio si applicherà alla responsabilità di Microsoft, dei relativi agenti delegati e/o dei relativi rappresentanti legali in caso di morte o di lesioni alla salute o all'integrità fisica di persone.

11.5. Nessun'altra rivendicazione contrattuale e legale all'infuori di quanto previsto nelle sottosezioni da 11.1 a 11.4 della presente sezione 11 potrà essere presentata i base al presente contratto e/o all'uso dei servizi, ad eccezione di eventuali responsabilità contrattuali e/o legali di Microsoft per morte e/o lesioni personali non precedentemente trattata nella presente sezione 11.

12. Persona giuridica contraente Microsoft

12.1 Europa. Qualora l'utente risieda, o la sede della sua azienda si trovi, in Europa, la società contraente sarà Microsoft Luxembourg S.à.r.l., 20 Rue Eugene Ruppert, Immeuble Laccolith, 1st Floor, L-2543 Lussemburgo e il presente contratto sarà disciplinato e interpretato esclusivamente in base a leggi del Lussemburgo e tali leggi si applicheranno ai reclami aventi ad oggetto le eventuali violazioni del contratto stesso, a meno che l'utente non risieda o la sede della sua azienda si trovi in Spagna, nel qual caso il presente contratto sarà disciplinato in base alle leggi della Spagna. Tutte le altre controversie, incluse quelle derivanti dalla violazione delle leggi poste a tutela dei consumatori, che disciplinano la concorrenza sleale e in caso di dolo, verranno giudicate ai sensi delle leggi in vigore nello stato in cui i servizi sono stato forniti all'utente. Relativamente alla giurisdizione, l'utente e Microsoft potranno scegliere il paese di fornitura dei servizi per tutte le controversie derivanti o correlate al presente contratto o, in alternativa, l'utente potrà scegliere il tribunale competente in Lussemburgo.

12.2. Stati Uniti.Qualora l'utente risieda, o la sede della sua azienda si trovi, negli Stati Uniti, la società contraente sarà Microsoft Corporation, One Microsoft Way, Redmond, WA 98052, USA e il presente contratto sarà disciplinato e interpretato in base a leggi dello stato di residenza e tali leggi si applicheranno ai reclami aventi a oggetto le eventuali violazioni del contratto stesso (inclusi reclami relativi a protezione dei clienti, concorrenza sleale e illecito civile), indipendentemente dai principi sul conflitto di leggi. L'utente e Microsoft accettano irrevocabilmente la giurisdizione esclusiva delle corti competenti di King County, Washington, per qualsivoglia controversia derivante o comunque connessa al presente contratto o ai servizi citati in giudizio (non è consentito arbitrato o tribunale delle liti minori).

12.3. Nord o Sud America, Stati Uniti esclusi. Qualora l'utente risieda, o la sede della sua azienda si trovi, in Nord o Sud America, Stati Uniti esclusi, la società contraente sarà Microsoft Corporation, One Microsoft Way, Redmond, WA 98052, USA e il presente contratto verrà disciplinato e interpretato in base alla legge dello stato di Washington e tale legge si applicherà ai reclami aventi a oggetto gli inadempimenti del contratto stesso, indipendentemente dai principi che regolano la scelta del foro competente. Tutte le altre controversie, incluse quelle derivanti dalla violazione delle leggi poste a tutela dei consumatori, che disciplinano la concorrenza sleale e in caso di dolo, verranno giudicate ai sensi delle leggi in vigore nello stato in cui i servizi sono stato forniti all'utente.

12.4. Medio Oriente o Africa. Qualora l'utente risieda, o la sede della sua azienda si trovi, in Medio Oriente o Africa, la società contraente sarà Microsoft Luxembourg S.à.r.l., 20 Rue Eugene Ruppert, Immeuble Laccolith, 1st Floor, L-2543 Luxembourg e il presente contratto verrà disciplinato e interpretato in base alle leggi del Lussemburgo e tali leggi si applicheranno ai reclami aventi ad oggetto gli inadempimenti del contratto stesso, indipendentemente dai principi che regolano il conflitto di leggi. Tutte le altre controversie, incluse quelle derivanti dalla violazione delle leggi poste a tutela dei consumatori, che disciplinano la concorrenza sleale e in caso di dolo, verranno giudicate ai sensi delle leggi in vigore nello stato in cui i servizi sono stato forniti all'utente. L'utente e Microsoft accettano irrevocabilmente la giurisdizione esclusiva delle corti competenti del Lussemburgo per qualsivoglia controversia derivante o comunque connessa al presente contratto.

12.5. Asia o Pacifico meridionale, a meno che il paese non sia indicato espressamente. Qualora l'utente risieda, o la sede della sua azienda si trovi, in Asia o Pacifico meridionale, la società contraente sarà Microsoft Regional Sales Corp., società organizzata secondo le leggi dello Stato del Nevada, Stati Uniti, con una filiale a Singapore, la cui sede principale dell'attività è in 438B Alexandra Road, #04-09/12, Block B, Alexandra Technopark, Singapore, 119968, e il presente contratto verrà disciplinato in base alla legge dello stato di Washington, indipendentemente dai principi che regolano il conflitto di leggi. Qualsiasi controversia derivante o correlata al presente contratto, inclusa qualsiasi questione riguardante la sua esistenza, validità o risoluzione, dovrà essere sottoposta e definitivamente risolta mediante arbitrato in Singapore, secondo le regole di arbitrato del SIAC (Singapore International Arbitration Centre). Tali regole si intendono parte integrante della presente sezione in virtù di questo esplicito riferimento. Il Tribunale sarà costituito da un arbitro nominato dal Presidente del SIAC. Per l'arbitrato verrà utilizzata la lingua inglese. La decisione dell'arbitro sarà definitiva, vincolante e incontestabile e potrà essere utilizzata come base per sentenze in qualsiasi paese.

12.6. Giappone. Qualora l'utente risieda, o la sede della sua azienda si trovi, in Giappone, la società contraente sarà Microsoft Japan Co., Ltd (MSKK), Shinagawa Grand Central Tower, 2-16-3 Konan Minato-ku, Tokyo 108-0075. Il presente contratto e le questioni derivanti o correlate ad esso saranno disciplinate dalle leggi giapponesi. L'utente e Microsoft acconsentono irrevocabilmente alla giurisdizione e alla competenza territoriale originali ed esclusive del tribunale del distretto di Tokyo per tutte le controversie derivanti o correlate al presente contratto.

12.7. Repubblica popolare cinese. Qualora l'utente risieda, o la sede della sua azienda si trovi, in Cina, la società contraente sarà Shanghai MSN Network Communications Technology Company Limited, Suite B, 8th Floor, Building Ding, No. 555, Dongchuan Road, Minxing District, Shanghai, Repubblica popolare cinese, per l'utilizzo di MSN, Bing o Windows Live Messenger; la legge della Repubblica popolare cinese disciplina il presente contratto poiché si riferisce all'utilizzo dei servizi previsti da esso e gestiti da Shanghai MSN Network Communications Technology Company Limited. Riguardo all'utilizzo di MSN, Bing o Windows Live Messenger ai sensi del presente contratto, tutte le controversie derivanti dal presente contratto, incluse le controversie relative alla sua esistenza, validità o risoluzione, verranno portate all'attenzione e risolte in via definitiva in virtù di arbitrato in Hong Kong, sotto gli auspici del Centro Internazionale di Arbitrato di Hong Kong ("HKIAC"), in conformità alle Regole Arbitrali UNCITRAL, regole che devono ritenersi incorporate nella presente disposizione in virtù di questo espresso riferimento. Per tale arbitrato verrà assegnato un solo arbitro, che sarà nominato dal Centro Internazionale di Arbitrato di Hong Kong in conformità alle Regole Arbitrali UNCITRAL. Per l'arbitrato verrà utilizzata la lingua inglese. La decisione dell'arbitro sarà definitiva, vincolante e incontestabile e potrà essere utilizzata come base per sentenze sia in Cina, sia altrove. Per l'uso di tutti gli altri servizi regolati dal presente contratto, la società contraente sarà Microsoft Corporation, One Microsoft Way, Redmond, WA 98052, USA. In relazione a tali servizi, il presente contratto sarà disciplinato esclusivamente in base alla legge dello stato di Washington, indipendentemente dai principi che regolano il conflitto di leggi. La giurisdizione delle corti competenti di King County, Washington, Stati Uniti è non esclusiva.

12.8. Repubblica di Corea. Qualora l'utente risieda, o la sede della sua azienda si trovi, nella Repubblica di Corea, la società contraente sarà Microsoft Korea, Inc., 6th Floor, POSCO Center, 892 Daechi-Dong, Kangnam-Gu, Seoul, 135-777, Corea e il presente contratto verrà disciplinato in base alle leggi della Repubblica di Corea. L'utente e Microsoft acconsentono irrevocabilmente alla giurisdizione e alla competenza territoriale originali ed esclusive del tribunale del distretto di Seoul per tutte le controversie derivanti o correlate al presente contratto.

12.9. Taiwan. Qualora l'utente risieda, o la sede della sua azienda si trovi, a Taiwan, la società contraente sarà Microsoft Taiwan Corp., 8F, No 7 Sungren Road, Shinyi Chiu, Taipei, Taiwan 110 e il presente contratto verrà disciplinato in base alle leggi di Taiwan. L'utente e Microsoft accettano irrevocabilmente la giurisdizione delle corti competenti di Taipei per giudizi di prima istanza per qualsivoglia controversia derivante o comunque connessa al presente contratto.

13. Siti Web di terze parti

L'utente potrà essere in grado di accedere a siti Web o servizi di terzi tramite il servizio che non sono controllati o pubblicati da Microsoft. Microsoft non è responsabile dei siti Web di terze parti, di servizi o del contenuto reso disponibile attraverso i servizi. L'utente è l'unico responsabile dei rapporti che intrattiene con terze parti (inclusi gli inserzionisti): L'utilizzo da parte dell'utente di siti Web o servizi di terze parti potrà essere soggetto alle condizioni di tali terze parti.

14. DRM

Qualora l'utente acceda a contenuto protetto da DRM (Microsoft Digital Rights Management), il software potrà richiedere automaticamente i diritti di utilizzo dei supporti multimediali a un server dei diritti online nonché scaricare e installare gli aggiornamenti DRM disponibili per consentire al licenziatario di riprodurre il contenuto. Per ulteriori informazioni, vedere le informazioni relative a DRM nell'informativa sulla privacy di Microsoft Silverlight (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=178857).

15. MicrosoftSoftware .NET Framework

Il software può contenere il software Microsoft .NET Framework che è un componente di Windows. Le condizioni di licenza per Windows si applicano all'utilizzo del software .NET Framework.

16. Estensione della validità temporale di alcune disposizioni

Le sezioni 6, 9 (per importi contratti prima della fine del presente contratto), 10, 11, 12, 19 e le sezioni che, in base alle relative condizioni, si applicano dopo la fine del presente contratto resteranno in vigore dopo la risoluzione o l'annullamento del presente contratto.

17. Cessione e trasferimento

Microsoft potrà cedere, trasferire o in altro modo disporre dei suoi diritti e obbligazioni ai sensi del presente contratto, interamente o in parte in qualsiasi momento e senza preavviso, purché tale cessione non sia lesiva nei confronti dell'utente.

18. Comunicazioni

Il presente contratto è in formato elettronico. Microsoft potrà inviare all'utente, in formato elettronico, informazioni relative ai servizi, informazioni aggiuntive e informazioni richieste dalla legge. Microsoft potrà fornire all'utente le informazioni necessarie tramite posta elettronica all'indirizzo specificato dall'utente al momento dell'iscrizione ai servizi oppure tramite l'accesso a un sito Web di Microsoft che gli verrà indicato. Microsoft raccomanda di monitorare e mantenere l'indirizzo di posta elettronica specificato. Qualora l'utente non dia il proprio consenso alla ricezione di tali comunicazioni in formato elettronico, dovrà interrompere l'utilizzo dei servizi. Le comunicazioni devono essere inoltrate a Microsoft come descritto nell'area per il supporto per i clienti per i servizi e specificato nella sezione 22.

19. Interpretazione del contratto

Il presente contratto costituisce l'intero accordo tra l'utente e Microsoft in relazione all'utilizzo dei servizi e sostituisce qualsiasi contratto tra l'utente e Microsoft precedente relativa all'utilizzo dei servizi. I titoli delle sezioni sono riportati a solo scopo di riferimento e non hanno effetto legale. Qualora l'utente utilizzi o paghi altri servizi Microsoft, potranno venire applicate condizioni separate o aggiuntive, diverse da quelle che regolano il presente contratto. Tutte le clausole del presente contratto sono applicabili nella misura massima consentita dalla legge applicabile. Qualora un tribunale possa ritenere non attuabile una parte del presente contratto così com'è scritta, tali condizioni verranno sostituite con condizioni simili e attuabili nella misura ammessa dalla legge applicabile, ma la parte restante del contratto non subirà variazioni.

20. Assenza di terzi beneficiari

I beneficiari del presente contratto sono unicamente l'utente e Microsoft. Si intendono quindi esclusi gli altri soggetti, ad eccezione degli aventi causa e dei cessionari.

21. Componenti di caratteri

L'utente potrà utilizzare i tipi di carattere per visualizzare e stampare il contenuto esclusivamente nell'ambito di utilizzo dei servizi. L'utente non potrà eludere alcuna limitazione all'incorporamento dei tipi di carattere.

22. Supporto Tecnico

Il supporto clienti per i servizi con marchio Microsoft è disponibile tramite Microsoft Answers (http://answers.microsoft.com) e tramite il sito Web di Windows (http://windows.microsoft.com). Il supporto clienti per MSN Internet Access è disponibile tramite MSN Supporto tecnico (https://support.msn.com). Il supporto clienti tramite posta elettronica per Bing e client Bing è disponibile tramite il sito di supporto tecnico Bing (https://support.discoverbing.com). Qualsiasi reclamo relativo all'attuazione del presente contratto dovrà essere inviato ai siti Web previsti in questa clausola.

23. Restrizioni alle esportazioni

Il software e i servizi gratuiti Microsoft sono soggetti alle leggi in materia di esportazioni e tecnologia degli Stati Uniti e di altre giurisdizioni e l'utente accetta di adempiere a tutte le leggi e normative relative, applicabili al software e/o ai servizi. Per il trasferimento di tale software e servizi gratuiti in qualsiasi paese soggetto a embargo o a determinati soggetti vietati è richiesta l'autorizzazione del governo degli Stati Uniti. Per ulteriori informazioni, vedere il sito Web del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=243206). Inoltre, i servizi a pagamento sono soggetti alle leggi degli Stati Uniti a cui l'utente deve adempiere. Tali leggi includono limitazioni relative alla destinazione, all'utente finale e utilizzo finale. Per ulteriori informazioni, vedere il sito Web Exporting Microsoft Products (http://www.microsoft.com/exporting).

COMUNICAZIONI

Comunicazioni e procedure per la denuncia di violazioni dei diritti di copyright. Qualsivoglia comunicazione relativa a eventuali violazioni del copyright deve essere inviata al soggetto designato da Microsoft. EVENTUALI RICHIESTE CHE NON RISPETTINO LA SEGUENTE PROCEDURA NON RICEVERANNO ALCUNA RISPOSTA Per dettagli e informazioni di contatto, l'utente potrà visitare la pagina in lingua inglese Notice and Procedure for Making Claims of Copyright Infringement (http://www.microsoft.com/info/cpyrtInfrg.htm).

Comunicazioni e procedure relative a dubbi sulla proprietà intellettuale negli annunci pubblicitari dei siti sponsorizzati. Rivedere le linee guida sulla proprietà intellettuale (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=243207) relative a dubbi sulla proprietà intellettuale nella rete pubblicitaria.

Comunicazioni sui marchi e i copyright. Tutto il contenuto dei servizi è Copyright © 2012 Microsoft Corporation e/o dei relativi fornitori, One Microsoft Way, Redmond, WA 98052, US. Tutti i diritti sono riservati. Microsoft o i suoi fornitori sono i proprietari del nome, del copyright e di altri diritti sulla proprietà intellettuale relativamente ai servizi e al contenuto. Microsoft e i nomi, i logo e le icone di tutti i prodotti, software e servizi Microsoft possono essere marchi o marchi registrati di Microsoft (http://www.microsoft.com/about/legal/en/us/IntellectualProperty/Trademarks/EN-US.aspx) negli Stati Uniti e/o in altri paesi. I nomi di prodotti e società reali potranno essere marchi dei rispettivi proprietari. Eventuali diritti non espressamente concessi nel presente contratto sono riservati. Alcuni prodotti software utilizzati su determinati server dei siti Web Microsoft si basano in parte sul lavoro dell'Independent JPEG Group. Copyright © 1991-1996 Thomas G. Lane. Tutti i diritti sono riservati. Il software "gnuplot" utilizzato in alcuni server dei siti Web di Microsoft è protetto dal copyright © 1986-1993 Thomas Williams, Colin Kelley. Tutti i diritti sono riservati.

Quote e indici azionari (inclusi i valori degli indici). Tutte le informazioni fornite da Interactive Data Corporation ("IDC") e dalle sue consociate ("Informazioni IDC") incluse nei servizi sono di proprietà di o concesse in licenza a IDC e alle sue consociate. L'utente è autorizzato a memorizzare, utilizzare, analizzare, riformattare, stampare e visualizzare le Informazioni IDC esclusivamente per uso personale. L'utente non è autorizzato a pubblicare, ritrasmettere, ridistribuire o riprodurre in altra forma le Informazioni IDC in alcun formato e ad alcuna persona, né utilizzarle per o nell'ambito di qualsiasi tipo di attività aziendale o commerciale, incluse, a titolo esemplificativo, attività o imprese di intermediazione mobiliare, investimento, contabilità, bancarie, legali o multimediali. Prima di eseguire una transazione di titoli in base alle Informazioni IDC, l'utente dovrà consultare il proprio broker o qualsiasi altro promotore finanziario per verificare le informazioni relative ai prezzi. Né IDC né le sue consociate o i rispettivi licenziatari saranno responsabili nei confronti dell'utente o di terzi per l'interruzione dell'attività, l'inesattezza dei dati, ritardi, errori o omissioni, indipendentemente dall’origine, a causa delle Informazioni ComStock o per danni di qualsiasi tipo, inclusi i danni diretti, indiretti, consequenziali, morali o esemplari derivanti dalle suddette cause. Le condizioni di questa sezione riflettono il contratto Microsoft con IDC e le sue consociate e l'utente accetta che le Informazioni IDC saranno disciplinate da questa sezione e da nessun'altra sezione del presente contratto, nel caso di conflitto o incoerenza con un'altra condizione del presente contratto.

L'utente non è autorizzato a utilizzare alcuno dei Dow Jones IndexesSM, dei dati di indice o dei marchi Dow Jones in connessione con l'emissione, la creazione, la sponsorizzazione, la compravendita, la commercializzazione o la promozione di alcun strumento finanziario o di alcun prodotto di investimento (ad esempio, derivati, prodotti strutturati, fondi di investimento, EFT, portafogli di investimento e cosi via, in cui il prezzo, il reddito e/o le prestazioni dello strumento o del prodotto di investimento si basi su, sia correlato a o abbia lo scopo di tenere traccia di qualsiasi degli indici o di un proxy per qualsiasi degli indici) senza un accordo scritto separato con Dow Jones.

Comunicazioni finanziarie. Microsoft non è un operatore indipendente, né un consulente finanziario abilitato ai sensi delle leggi federali sul mercato degli Stati Uniti o di altri ordinamenti, e pertanto non promuove l'opportunità di investire, acquistare o vendere titoli o altri prodotti o servizi finanziari. Nessuna informazione contenuta nei servizi costituisce un'offerta o un invito ad acquistare o vendere qualsiasi titolo. Né Microsoft né i relativi licenziatari sostengono o consigliano alcun prodotto o servizio specifico, inclusi i prodotti o servizi finanziari. Nessuna informazione contenuta nei servizi è da intendersi come una consulenza professionale, incluse, in via esemplificativa, consulenze fiscali o in merito ad investimenti.

Comunicazione relativa allo standard video H.264/AVC e allo standard video VC-1. Il presente software potrà includere la tecnologia di decodifica H.264/MPEG-4 AVC e/o VC-1. MPEG LA, L.L.C. richiede la seguente comunicazione:

IL PRESENTE PRODOTTO È CONCESSO IN LICENZA AI SENSI DELLE LICENZE PER IL PORTAFOGLIO DI BREVETTI AVC E VC-1 PER L'UTILIZZO PERSONALE E NON COMMERCIALE DA PARTE DI UN CONSUMATORE AL FINE DI (A) CODIFICARE VIDEO IN CONFORMITÀ AGLI STANDARD ("STANDARD VIDEO") OPPURE (B) DECODIFICARE IL VIDEO AVC E VC-1 CODIFICATO DA UN CONSUMATORE IMPEGNATO IN UN'ATTIVITÀ PERSONALE E NON COMMERCIALE E/O RICEVUTO DA UN FORNITORE DI VIDEO AUTORIZZATO A FORNIRE TALE VIDEO. LE LICENZE NON SI ESTENDONO AD ALCUN ALTRO PRODOTTO, ANCHE SE TALE PRODOTTO È INCLUSO NEL PRESENTE SOFTWARE IN UN ARTICOLO SINGOLO. NESSUNA LICENZA VIENE CONCESSA O SARÀ IMPLICITA PER QUALSIASI ALTRO UTILIZZO. ULTERIORI INFORMAZIONI SONO DISPONIBILI SUL SITO WEB DI MPEG LA L.L.C, VEDERE IL SITO WEB MPEG LA WEBSITE (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=31690).

A scopo di chiarimento, la Comunicazione contenuta in questo Articolo non limita o vieta l'utilizzo del software fornito ai sensi del presente contratto per i normali usi aziendali propri dell'azienda in questione e che non includono (i) la ridistribuzione del software a terzi o (ii) la creazione di contenuto con le tecnologie conformi agli standard video per la distribuzione a terze parti.