Informazioni applicabili a Windows Internet Explorer 8.

Di seguito vengono fornite le risposte ad alcune domande frequenti su InPrivate.

Mostra tutto

Che cos'è InPrivate Browsing?

InPrivate Browsing evita che Internet Explorer archivi i dati sulla sessione di esplorazione. In questo modo si può evitare che altri utenti di quello stesso computer possano vedere quali siti sono stati visitati e quali ricerche sono state eseguite sul Web. Quando si avvia InPrivate Browsing, Internet Explorer apre una nuova finestra. La protezione offerta da InPrivate Browsing è attiva solo quando si utilizza quella specifica finestra. In questa finestra si potrà aprire un qualsiasi numero di schede, tutte protette da InPrivate Browsing. Tuttavia, se si apre un'altra finestra del browser, questa non sarà protetta da InPrivate Browsing. Per terminare la sessione InPrivate Browsing, chiudere la finestra del browser. Per ulteriori informazioni, vedere Che cos'è InPrivate Browsing?.

Come si attiva InPrivate Browsing?

Per attivare InPrivate Browsing, effettuare una delle seguenti operazioni:

  • Fare clic sul pulsante Sicurezza e quindi su InPrivate Browsing.

  • Aprire una nuova scheda e poi, nella pagina della nuova scheda, fare clic su Apertura di una finestra InPrivate Browsing.

  • Premere CRTL+MAIUSC+P.

Che cos'è InPrivate Filtering?

InPrivate Filtering consente di evitare che i fornitori di contenuti dei siti Web possano raccogliere informazioni sui siti visitati. Ecco come funziona.

Numerosi siti Web utilizzano contenuti (quali annunci pubblicitari, mappe o strumenti di analisi Web) forniti da altri siti. Questi ultimi sono detti provider di contenuti o siti Web di terzi. Quando un utente visita un sito Web con contenuti di terzi, alcune informazioni su di lui vengono inviate al provider di contenuti. Se un provider di contenuti offre i suoi contenuti a molti siti visitati da questo utente, il provider potrà mettere a punto un profilo delle preferenze di esplorazione di questo utente. I profili delle preferenze di esplorazione possono essere utilizzati in diversi modi, tra cui l'analisi e l'invio di annunci pubblicitari mirati.

Generalmente questi contenuti di terzi vengono visualizzati senza particolari indicazioni, ad esempio sotto forma di video o immagine nel sito. Il contenuto sembra avere origine nel sito Web visitato ed è probabile che l'utente non sia conscio del fatto che un altro sito Web potrebbe visualizzare le sue esplorazioni. Gli strumenti di misurazione o analisi Web creano dei rapporti sulle abitudini di esplorazione dei siti Web e spesso il loro intervento è tutt'altro che evidente. A volte questi strumenti compaiono come contenuto visibile (ad esempio, sotto forma di contatore dei visitatori), ma spesso, come nel caso di Web beacon, l'utente non potrà vederli. I Web beacon sono immagini trasparenti a pixel singolo il cui unico scopo è il tracciamento dell'utilizzo del sito Web; non compaiono sotto forma di contenuto visibile.

InPrivate Filtering analizza i contenuti Web presenti sulle pagine Web visitate e se rileva che uno stesso contenuto è utilizzato in più siti Web, offre all'utente la possibilità di accettare o bloccare quel contenuto. È anche possibile impostare InPrivate Filtering in modo che blocchi automaticamente qualsiasi provider di contenuti o sito di terzi rilevato oppure disattivare completamente questa funzionalità.

Come si attiva o si disattiva InPrivate Filtering?

Per impostazione predefinita, InPrivate Filtering analizza i siti Web visitati e i provider di contenuti che utilizzano, ma non li blocca automaticamente. Si può scegliere di consentire o bloccare qualsiasi provider di contenuti che InPrivate Filtering identifica come destinatario di informazioni sull'esplorazione. In alternativa, è possibile impostare InPrivate Filtering affinché blocchi automaticamente qualsiasi provider di contenuti oppure disattivare completamente questa funzionalità.

Per attivare InPrivate Filtering al primo utilizzo, fare quanto segue:

  1. Per aprire Internet Explorer, fare clic sul pulsante StartImmagine del pulsante Starte quindi scegliere Internet Explorer.

  2. Fare clic sul pulsante Sicurezza, quindi su InPrivate Filtering ed infine effettuare una delle seguenti operazioni:

    • Fare clic su Blocca per bloccare automaticamente i siti Web.

    • Fare clic su Consenti di scegliere quali provider possono ricevere le informazioni per scegliere i contenuti da bloccare o consentire. Al termine, fare clic su OK.

Se InPrivate Filtering è già stato attivato, fare quanto segue:

  1. Per aprire Internet Explorer, fare clic sul pulsante StartImmagine del pulsante Starte quindi scegliere Internet Explorer.

  2. Fare clic sul pulsante Sicurezza e quindi su Impostazioni di InPrivate Filtering.

  3. Effettuare una delle operazioni seguenti:

    • Per bloccare automaticamente i siti Web, fare clic su Blocca automaticamente.

    • Per bloccare manualmente i siti Web, fare clic su Scegli contenuto da bloccare o consentire.

    • Per disattivare InPrivate Filtering, fare clic su Off.

  4. Fare clic su OK.

Come si scelgono manualmente i contenuti da bloccare o consentire?

Per bloccare o consentire manualmente un provider di contenuti o un sito di terzi che potrebbe essere in grado di rilevare i siti visitati dall'utente, fare quanto segue:

  1. Per aprire Internet Explorer, fare clic sul pulsante StartImmagine del pulsante Starte quindi scegliere Internet Explorer.

  2. Fare clic sul pulsante Sicurezza e quindi su Impostazioni di InPrivate Filtering.

  3. Fare clic su Scegli contenuto da bloccare o consentire, selezionare uno o più siti Web e poi fare clic su Consenti o Blocca.

  4. Per impostare il numero massimo di siti Web visitati che possono condividere i contenuti senza per questo comparire nell'elenco, digitare un nuovo numero nella casella Mostra il contenuto da provider utilizzato da questo numero di siti Web visitati. Questo valore può essere impostato su qualsiasi numero compreso tra 3 e 30.

    L'impostazione predefinita è 10 e ciò significa che è necessario che uno stesso contenuto sia condiviso da almeno 10 diversi siti Web affinché il relativo provider venga segnalato e l'utente possa decidere se bloccarlo o meno.

  5. Al termine, fare clic su OK.