Ottimizzare Windows per migliori prestazioni


Per quanto veloci e all'avanguardia possano essere appena comprati, con il tempo tutti i computer sembrano diventare più lenti. Il PC ultimo grido acquistato l'anno scorso, potrebbe non sembrare più un tale gioiello dopo l'installazione di una decina di programmi, strumenti antispyware e antivirus e dopo che è stata scaricata da Internet ogni sorta di contenuti. Il rallentamento delle prestazioni può verificarsi in modo talmente graduale da passare quasi inosservato, finché un bel giorno, mentre si sta tentando di aprire un programma o un file, non si può fare a meno di chiedersi cosa sia successo al PC.

Quale che sia la causa, esistono molti metodi per velocizzare le prestazioni di Windows e migliorare il funzionamento generale del PC, anche senza acquistare nuovo hardware. Di seguito, sono indicati alcuni suggerimenti per ottimizzare Windows 7 e ottenere prestazioni più veloci.

Strumento per la risoluzione dei problemi di prestazioni

Per prima cosa, si può ricorrere allo strumento Risoluzione dei problemi di prestazioni, che è in grado di individuare e risolvere automaticamente i problemi. Questo strumento consente di verificare i problemi che potrebbero determinare una riduzione delle prestazioni del computer, ad esempio il numero di utenti attualmente connessi o l'esecuzione simultanea di più programmi.

Per aprire Risoluzione dei problemi di prestazioni, fare clic sul pulsante StartImmagine del pulsante Start e scegliere Pannello di controllo. Nella casella di ricerca digitare risoluzione dei problemi e quindi fare clic su Risoluzione dei problemi. Sotto Sistema e sicurezza, fare clic su Verificare la presenza di problemi relativi alle prestazioni.

Eliminare i programmi non utilizzati

Molti produttori installano sui PC una quantità di programmi non richiesti e talvolta inutili, come versioni di valutazione e versioni a edizione limitata di programmi che, nelle intenzioni delle aziende produttrici di software, dovranno essere provati e possibilmente apprezzati dagli utenti, i quali in un secondo tempo potrebbero acquistare la versione completa o versioni successive di questi programmi. Se si decide che sono inutili, mantenere installati questi programmi può rallentarne le prestazioni del computer e utilizzare risorse preziose, come la memoria, lo spazio su disco e la potenza di elaborazione.

È buona norma disinstallare i programmi che non si intende utilizzare, tanto quelli preinstallati dal produttore, quanto quelli installati autonomamente dall'utente, ma che non si desiderano più, in particolare i programmi di utilità progettati per agevolare la gestione e l'ottimizzazione di hardware e software. I programmi di utilità per il rilevamento di virus o la pulizia del disco e gli strumenti di backup, spesso vengono eseguiti automaticamente all'avvio, e lavorano silenziosamente in background senza essere notati, tanto che molti utenti non si accorgono minimamente della loro presenza.

Anche i PC un po' più datati possono contenere programmi preinstallati dal produttore di cui l'utente non si è mai reso conto o che nel frattempo ha dimenticato. Non è mai troppo tardi, però, per rimuovere questi programmi e risolvere il problema dello spreco di risorse di sistema. Probabilmente si pensava che prima o poi anche quei programmi software sarebbero stati utili, ma non è stato così. Disinstallandoli, il PC velocizzerà le prestazioni.

Per le istruzioni, vedere Disinstallare o modificare un programma.

Limitare il numero di programmi eseguiti all'avvio

Molti programmi sono progettati per avviarsi automaticamente all'avvio di Windows. Spesso, i produttori di software impostano i programmi in modo che vengano aperti in background, invisibili all'utente, pertanto si aprono non appena si fa clic sull'icona corrispondente. Questo può risultare utile nel caso di programmi che si utilizzano di frequente, ma per quelli che non si utilizzano mai o solo di rado, rappresenta solo uno spreco di memoria e rallenta il tempo di avvio di Windows.

È quindi consigliabile decidere in autonomia quali programmi eseguire all'avvio.

Ma come stabilire quali sono i programmi eseguiti automaticamente all'avvio? A volte è molto semplice, perché il programma aggiunge un'icona nell'area di notifica della barra delle applicazioni, e quindi si può vedere il programma in esecuzione. Verificare che non vi siano in esecuzione programmi che non si desidera vengano avviati automaticamente. Posizionare il cursore sulle singole icone per visualizzare il nome del programma corrispondente. Fare clic sul pulsante Mostra icone nascoste per essere sicuri di visualizzare tutte le icone.

Immagine del pulsante Mostra icone nascoste
Pulsante Mostra icone nascoste nell'area di notifica

Anche se si è controllata l'area di notifica, è possibile che alcuni programmi eseguiti automaticamente all'avvio sfuggano. Esecuzione automatica per Windows, uno strumento gratuito scaricabile dal sito Web di Microsoft, mostra tutti i programmi e i processi in esecuzione all'avvio di Windows. È possibile interrompere l'esecuzione automatica di un programma all'avvio di Windows aprendo Esecuzione automatica per il programma Windows e, quindi, deselezionando la casella di controllo accanto al nome del programma che si desidera arrestare. Esecuzione automatica per Windows è rivolta a utenti esperti.

Nota

  • Per controllare quali programmi vengono eseguiti all'avvio, alcuni preferiscono utilizzare lo strumento Configurazione di sistema. Per ulteriori informazioni, vedere Avviare Configurazione di sistema.

Deframmentare il disco rigido

La frammentazione causa un eccesso di lavoro per il disco rigido, con conseguente rallentamento delle prestazioni del computer. Utilità di deframmentazione dischi riordina i dati frammentati, incrementando l'efficienza del disco rigido. Utilità di deframmentazione dischi viene eseguito in base a una pianificazione, ma è comunque possibile avviare la deframmentazione del disco rigido manualmente.

Per ulteriori informazioni, vedere Deframmentare il disco rigido per migliorare le prestazioni.

Pulire il disco rigido

I file superflui presenti sul disco rigido occupano spazio in memoria e possono rallentare le prestazioni del computer. L'utilità Pulizia disco rimuove i file temporanei, svuota il cestino ed elimina file di sistema e altri elementi che non sono più necessari. Per istruzioni dettagliate su come eseguire questa operazione, vedere Eliminare file tramite Pulizia disco.

Eseguire un numero ridotto di programmi contemporaneamente

A volte, modificare le proprie abitudini al computer può migliorarne significativamente le prestazioni. Ad esempio, se si è soliti tenere aperti diversi programmi e una decina di finestre del browser, e contemporaneamente utilizzare un programma di messaggistica immediata, è naturale che il PC rallenti. Anche tenere aperti numerosi messaggi di posta elettronica può consumare memoria.

Se si ha l'impressione che il PC sia più lento, verificare se è effettivamente necessario tenere tanti programmi e finestre aperti contemporaneamente. Esistono sistemi più efficaci per ricordarsi di rispondere ai messaggi di posta elettronica, piuttosto che tenerli tutti aperti.

Verificare che sia in esecuzione un solo programma antivirus. Anche eseguire più di un programma antivirus può rallentare le prestazioni del computer. Fortunatamente, se è in esecuzione più di un programma antivirus, Centro operativo invia una segnalazione all'utente e fornisce indicazioni su come risolvere il problema.

Per ulteriori informazioni, vedere Che cos'è il Centro operativo?.

Disattivare gli effetti visivi

Se Windows è lento, è possibile disattivare alcuni effetti visivi per velocizzarne l'esecuzione. Si tratta solo di scegliere tra aspetto esteriore e prestazioni, e stabilire se si preferisce un sistema operativo Windows più veloce o esteticamente più gradevole. Se il PC in uso è veloce, ovviamente questo compromesso non è necessario, ma se la potenza del computer è appena sufficiente per l'esecuzione di Windows 7, può essere utile ridurre gli effetti visivi.

È possibile scegliere personalmente i singoli effetti visivi da disattivare, oppure si può farli scegliere automaticamente da Windows. Esistono 20 effetti visivi controllabili dall'utente, ad esempio la trasparenza, il modo in cui si aprono e si chiudono i menu e la visualizzazione o meno delle ombreggiature.

Per regolare tutti gli effetti visivi e ottimizzare le prestazioni:

  1. Aprire Strumenti e informazioni sulle prestazioni del sistema facendo clic sul pulsante StartImmagine del pulsante Start e quindi su Pannello di controllo. Nella casella di ricerca, digitare Strumenti e informazioni sulle prestazioni del sistema e quindi, nell'elenco di risultati, selezionare Strumenti e informazioni sulle prestazioni del sistema.

  2. Fare clic su Regola effetti visivi. Autorizzazioni di amministratore necessarieQualora venisse richiesto, fornire una password amministratore o una conferma.

  3. Fare clic sulla scheda Effetti visivi, quindi su Regola in modo da ottenere le prestazioni migliori e infine fare clic su OK. Se si desidera un'opzione meno drastica, in Windows selezionare Scelta automatica impostazioni migliori.

Riavviare regolarmente

Questo suggerimento è semplice da seguire. Riavviare il PC almeno una volta alla settimana, specialmente se lo si utilizza molto. Riavviare il PC è un ottimo metodo per svuotare la memoria e assicurarsi che gli eventuali processi e servizi erranti in esecuzione vengano terminati.

Con il riavvio vengono chiusi tutti i programmi software in esecuzione sul PC, non solo quelli presenti nella barra delle attività, ma anche decine di servizi avviati dai vari programmi e mai arrestati. Riavviare il computer può aiutare a risolvere quei problemi di prestazioni per i quali è difficile stabilire una causa precisa.

Se si tengono aperti tanti di quei programmi, messaggi di posta elettronica e siti Web da evitare il riavvio del PC per non doverli riaprire tutti, probabilmente è proprio questo il caso in cui sarebbe invece consigliabile. Quanto più numerosi sono gli elementi aperti e maggiore il tempo di esecuzione, tanto maggiori saranno le possibilità che il PC rallenti le prestazioni e a un certo punto esaurisca la memoria.

Aggiungere memoria

Anche se questo documento non è una guida all'acquisto di hardware per velocizzare le prestazioni del computer, quando si parla di velocizzare le prestazioni di Windows non si può evitare di suggerire l'aggiunta di altra memoria ad accesso casuale (RAM, Random Access Memory) al PC.

Se un computer che esegue Windows 7 sembra troppo lento, spesso il motivo è una quantità insufficiente di RAM, pertanto il metodo migliore per velocizzarne le prestazioni è aggiungerne altra.

È possibile eseguire Windows 7 su un PC con 1 gigabyte (GB) di RAM, anche se sono preferibili 2 GB. Per ottenere prestazioni ottimali, poi, l'ideale sarebbe portare la RAM a 3 GB o più.

Un'altra opzione prevede l'aumento di memoria attraverso la funzione ‌ ReadyBoost di Windows, che consente di velocizzare le prestazioni del computer utilizzando lo spazio disponibile in alcuni dispositivi rimovibili, come le unità flash USB . È certamente più semplice inserire un'unità flash nella porta USB del PC, piuttosto che aprire il case e collegare moduli di memoria alla scheda madre. Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzare la memoria nel dispositivo di archiviazione per aumentare la velocità del computer.

Verificare la presenza di virus e spyware

Se il PC è lento, esiste la possibilità che sia stato infettato da un virus o da spyware. Si tratta di un problema meno diffuso degli altri, e tuttavia da non trascurare. Prima di cominciare a preoccuparsi, controllare il PC con i programmi antispyware e antivirus.

Un classico sintomo della presenza di un virus è il rallentamento anomalo delle prestazioni del computer. Altre indicazioni sono la visualizzazione improvvisa di messaggi, l'avvio automatico di programmi o il suono del disco rigido in continua attività.

Con il termine spyware si indica un tipo di programma installato sul PC, generalmente all'insaputa dell'utente, allo scopo di controllarne l'attività su Internet. Per verificare la presenza di spyware è possibile utilizzare Windows Defender o altri programmi antispyware. Per ulteriori informazioni, vedere Come stabilire se il computer è infetto da spyware.

Il miglior modo di affrontare il problema dei virus è innanzitutto quello di prevenirli. A questo scopo, è consigliabile installare un software antivirus e mantenerlo sempre aggiornato. Tuttavia, anche quando si prendono tutte le precauzioni, esiste la possibilità che il PC venga infettato da virus. Per ulteriori informazioni, vedere Come capire se il computer è affetto da virus.

Verificare la velocità di elaborazione del computer

Se, dopo aver seguito questi suggerimenti, il computer è ancora troppo lento, potrebbe essere necessario acquistare un nuovo PC o nuovi componenti hardware, ad esempio un disco rigido nuovo o una scheda video più veloce. In ogni caso, la velocità di elaborazione del computer può essere facilmente determinata. Windows offre infatti il modo di verificare e classificare la velocità del PC grazie a uno strumento denominato Indice prestazioni Windows.

Indice prestazioni Windows classifica il computer in base a cinque componenti chiave e assegna un punteggio a ognuno di essi, oltre a un punteggio complessivo di base. Il punteggio di base equivale a quello del componente dalle prestazioni peggiori.

Attualmente, il punteggio di base va da 1 a 7,9. Se il PC ottiene un punteggio inferiore a 2 o 3, probabilmente è arrivato il momento di acquistarne uno nuovo, a seconda delle attività per cui si intende utilizzarlo.

Per ulteriori informazioni, vedere Che cos'è Indice prestazioni Windows?.

Non accontentarsi di prestazioni lente

Per ulteriori consigli, vedere Come migliorare le prestazioni del computer.



Ti serve altro aiuto?