Se il computer non dispone della memoria ad accesso casuale (RAM, Random Access Memory) necessaria per eseguire un programma o un'operazione, Windows utilizzerà la memoria virtuale per compensare tale mancanza. Per scoprire la quantità di RAM presente nel computer, vedere Stabilire la quantità di RAM presente nel computer.

La memoria virtuale realizza una combinazione tra la RAM del computer e lo spazio temporaneo nel disco rigido. Quando la RAM è insufficiente, la memoria virtuale sposta i dati dalla RAM in uno spazio denominato file di paging. Lo spostamento dei dati nel e dal file di paging consente di liberare RAM per il completamento dell'operazione da parte del computer.

Maggiore è la RAM disponibile nel computer, più velocemente verranno in genere eseguiti i programmi. Se la mancanza di RAM causa il rallentamento del computer, si potrebbe essere tentati di aumentare la memoria virtuale per compensare tale mancanza. Il computer, tuttavia, legge i dati dalla RAM molto più velocemente che da un disco rigido e pertanto la soluzione migliore consiste nell'aggiungere RAM.

Messaggi di errore relativi alla memoria virtuale

Se si ricevono messaggi di errore relativi a memoria virtuale insufficiente, sarà necessario aggiungere RAM o aumentare le dimensioni del file di paging, in modo da poter eseguire i programmi nel computer. La situazione in genere viene gestita automaticamente da Windows, ma è possibile modificare manualmente le dimensioni della memoria virtuale se le dimensioni predefinite non sono sufficienti per le proprie esigenze. Per ulteriori informazioni, vedere Modificare le dimensioni della memoria virtuale.